BIAF XXXI EDITION

 

 

THE TWENTIETH CENTURY

biaf esordi

In 1961, the exhibition was inaugurated by the then mayor Giorgio La Pira and was animated by the vivacious and spontaneous participation of the President of the Council of Ministers Amintore Fanfani. The chairmanship of the Executive Committee passed over to Prince Giovanni Ginori Conti.

This edition was also a showcase of the world of entertainment and cinema, with appearances by such celebrities as the bubbly Josephine Baker, the divine Greta Garbo, explosive Sofia Loren, American director and actor John Huston, proud Silvana Mangano accompanied by Mauro Bolognini, and graceful Paulette Goddard with Erich Maria Remarque, testimonies of that sophisticated world of jet-setters.

The most significant fact of the Mostra dell’Antiquariato di Firenze was that it substantially changed the perception of the antiquarian from a mere discoverer of antiques to a refined connoisseur of the forms and colours that art had assumed over time.

A generation of young art historians grew up during those years, devoted to the systematic and widespread study of the various sectors of antiques aimed at historical and documentary enhancement, and the prevailing taste was strictly oriented towards the late Renaissance, the Venetian eighteenth century and French furnishings of the eighteenth century.

The success of the event spread to the entire urban fabric, with historical re-enactments that attracted a crowd of onlookers, as well as worldly events with a sumptuous character. The exposure over the years became a must, no longer targeting merely a small circle of experts and collectors, but also a nascent and prosperous bourgeoisie that had established itself with the economic boom.

The flood of November 4, 1966 was an unparalleled catastrophe for the Florentine antique dealers, but despite this, the following year the exhibition opened again regularly, thanks to the effort and work of the entire city under the guidance of Mayor Piero Bargellini.

From 1959 to 1975, this event was hosted in Palazzo Strozzi in the historic centre of Florence. In 1977 the Biennale was forced to move to Palazzo Giuntini, due to the inaccessibility of the previous location, where it returned two years later and remained until 1993. Meanwhile, in 1986, Guido Bartolozzi took over from the Bellini brothers as General Secretary and the Fair took on the permanent name of Biennale Mostra Mercato Internazionale dell’Antiquariato. In 1995, the Biennale moved to Palazzo degli Affari designed by Pier Luigi Spadolini, before transferring to Palazzo Corsini sull'Arno in 1997, this time permanently.

READ MORE

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you do not change browser settings, you agree with it. Learn more

I understand

Questo sito web utilizza Cookie per garantire il suo corretto funzionamento e migliorare l'esperienza dell'utente. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei Cookie all'interno di questo sito e su come gestirli.

I Cookie sono costituiti da piccole porzioni di codice memorizzate sul computer (o su qualsiasi altro dispositivo utilizzato per la navigazione) nel momento in cui viene visitato un sito web che ne fa uso, consentendogli in questo modo di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, utili durante le successive visite, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di Cookie. Alcuni sono indispensabili al corretto funzionamento del sito e senza di essi non sarebbe possibile utilizzarne alcune funzioni, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Altri ancora servono per raccogliere informazioni, in forma anonima e aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito.

Questo sito utilizza Cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione e svolgere altre attività strettamente necessarie al funzionamento dello stesso. Per monitorare le sessioni e le proprie performance, per attivare le funzioni necessarie all'autenticazione e registrazione degli utenti.
In nessun caso utilizza Cookie di profilazione, ovvero atti a tracciare un profilo dell'utente al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso durante la sua navigazione.

Questo sito utilizza Google Analytics, uno strumento di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. ("Google") che aiuta i proprietari dei siti web a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti del sito.
Google Analytics si serve di un set di Cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche di utilizzo del sito web senza identificazione personale dei singoli visitatori. In qualità di editore del sito non siamo in grado di fornire un’informativa adeguata sull’uso dei cookie da parte del provider/concessionario del servizio.

Per maggiori informazioni è possibile consultare l'informativa fornita da Google al seguente indirizzo: Informativa Google Analytics.

È possibile inoltre impedire l'utilizzo dei propri dati da parte di Google Analytics installando sul proprio browser l'apposito componente aggiuntivo scaricabile al seguente indirizzo: Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics.

Come modificare le impostazioni sui cookie

Intervenendo sulle impostazioni del proprio browser è possibile gestire i Cookie in maniera da rispettare le preferenze dell'utente. Ogni browser offre la possibilità di accettare o meno i Cookie in maniera specifica per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre alcuni browser consentono di definire anche impostazioni diverse per i Cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”.
Attenzione: disabilitare i Cookie potrebbe impedire l'utilizzo di alcune funzionalità di questo sito web. La disabilitazione dei Cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità.

La procedura varia leggermente a seconda del tipo di browser utilizzato. Per le istruzioni dettagliate, seguire uno dei seguenti link:

Pubblicità comportamentale

Scoprite cosa è la pubblicità comportamentale e decidete in autonomia quali servizi autorizzare e quali bloccare youronlinechoices.com/it/
 
La presente informativa sull'utilizzo dei Cookie è relativa al sito www.biaf.it. Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.
 

Aggiornato al 28/05/2015

 
 
 
Facebook
Google
Instagram